I principi dell'estetica Zen possono essere d'aiuto ad un designer nel processo creativo? Come già discusso nel post precedente, i sette principi dell'estetica Zen sono importantissimi punti di riferimento per un creativo, anche nel campo del design.

5 Uscire dalla routine - Datsuzoku (脱俗)
Lontani dalle abitudini e dalle formule preconfezionate, lontani dalla routine quotidiana e dall'ordinario. Silenziosamente, senza spreco di parole. Per trascendere il convenzionale. Questo principio descrive il senso di sorpresa e quel pizzico di incanto di quando si realizza che si può uscire dalle convenzioni. Anzi, Datsuzoku significa proprio un certo orrore delle convenzioni. Quando uno schema precostituito viene rotto, la creatività e le risorse della mente emergono.

La lezione: meglio fornire una pausa di riflessione, che mettere altra carne al fuoco

6 Tranquillità - Seijaku (静寂)
Sta per solitudine, calma concentrata, piena di energia. Ci si riferisce alla sensazione opposta al rumore, alla distrazione, ossia alla sensazione di "calma attiva" e di immobilità che di solito si prova entrando in un giardino Zen. Secondi i praticanti giapponesi dello Zen è proprio in questo stato di calma attiva, di tranquillità, di solitudine che possiamo trovare l'essenza dell'energia creativa.

La lezione: fare qualcosa non è SEMPRE meglio di non fare niente

7 Austerità - Shibui/Shibumi (渋味)
Un concetto bellissimo, che ha a che fare con la volontà di arrivare diretti al punto, senza girarci intorno. Essere diretti, senza essere scarni. Una elegante semplicità, una articolata brevità. Il termine, spesso viene usato oggi per indicare qualcosa di piacevolmente minimale, ma alla moda. In giapponese, Shibui significa amaro, a significare che si omette di addolcire, di indorare i concetti.

Lo scopo è di presentare qualcosa in modo spartano, in modo da favorire la chiarezza e la concentrazione. In altre parole, via i collegamenti, i richiami, i sottointesi, l'effetto, la provocazione.

La lezione: astieniti dall'aggiungere ciò che non è assolutamente necessario.